Rimettere a posto le cose? Armonia, pulire memorie, liti di vicinato..

Quando si vogliono rimettere le cose a posto, spesso lo si fa con una punta di guerriglia personale..

Il fatto è che quando iniziamo a fare pulizia delle nostre memorie disarmoniche, ci vengono ispirazioni più animiche e iniziamo a guardare le persone non più come persone ma come "anime che sono qui a fare un'esperienza" (grazie Lisa Morello per l'ispirazione).


Cosa significa? Io oggi ho assistito a una lite di cortile, le solite..urla, offese reciproche, per via di una cosa che era evidentemente risolvibile pacificamente.


Questa lite ha scatenato un pianto lunghissimo in un bambino nel vicinato e mi ha personalmente tolto energia anche se non ne ero coinvolta ma solo spettatrice.


Cosa potevo fare? Mettermi a giudicare i litiganti, soprattutto quelli che urlavano più forte? Chiamare i vigili per gli schiamazzi? Affacciarmi alla finestra e urlare pure io di smettere?


Io mi sono messa a fare pulizia delle memorie che ho in comune con queste anime e affidandomi, lasciando aperta la porta all'ispirazione.

Mi è venuta l'ispirazione di scrivere una lettera scritta mano, a entrambe le parti, in cui invito gentilmente, ricordando anche il periodo di quarantena che ci ha insegnato il valore della vita e dell'amicizia, a trovare una soluzione pacifica per la pace loro e del vicinato.


Mi sono vista nelle mie memorie di aver bisogno di fare da curandera del villaggio, nelle mie memorie di lite e di attrito con l'esistere.. e pulisco..come si suol dire..


così decido di firmarmi solo "una vicina che ama la pace"..per non mettere il mio ego e di mettere in ps di seguire il loro cuore che il mio è solo uno spunto pacifico.


Così non mi sembra nè di fare l'ignava, nè di lottare contro di loro..

l'ispirazione divina è personale, non c'è una regola.. l'importante è agire dall'anima dopo aver pulito le memorie. Nonostante ciò, ho atteso.


Dopo qualche ora, tutto si è acquietato, almeno in apparenza, anche se sentivo da ambo le parte borbottii..finchè non è calato di nuovo il silenzio ..a questo punto mi sono chiesta come andare veramente a fondo delle mie memorie e come fare l'azione davvero giusta e la risposta è stata che quello che ho visto oggi in cortile porta me ad agire la pace nella mia vita, non tanto a mettere la letterina a qualcuno e dirgli di fare pace.. certo, sarebbe stato un passaggio intermedio interessante e ancora mi sto chiedendo se comunque si possa fare..ma ho sentito come se l'azione che si deve agire veramente importante è che ognuno riporti delle scelte di pace nelle proprie azioni.


Pulire le memorie coincide con il nostro, rilasciare blocchi o traumi, ma è un'azione molto più leggera e non interferisce con l'idea terapeutica, quindi applicabile a tutti e da tutti.


Ho usato il mantra ho'oponopono, che lascia la divinità in noi libera di pulire queste memorie che ci manifestano fuori ciò che c'è in disarmonia dentro.


Ma vi farò sapere se poi ho messo la letterina o no...






28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti