Messaggio akashico sulla guarigione delle ferite dell'anima, rewiew metodo charoite

Per questo articolo, voglio semplicemente condividere con voi la risposta datami dai miei registri akashici in merito alla guarigione della ferita dell'abbandono, ma la risposta secondo me è valida per tutte le ferite..quindi di utilità comune.


"Guarire una ferita non significa considerare giusta la causa di quella ferita (considerare giusto l'abbandono, il tradimento, l'ingiustizia, il rifiuto e l'umiliazione).

Significa andare dentro sè stessi e cancellare la memoria dolorosa, ricucire la traccia con un filo d'oro e di luce. Significa portare bianco dove c'era nero. Significa non sentire più quel dolore che ti paralizza e su cui puoi essere ricattato di subire il rigenerarsi della tua ferita. Significa che chi dovesse farti riattivare quella ferita, cioè rifare la stessa violenza emotiva, non sarà più sul piedistallo del potere. Significa che la tua guarigione basta a non fare più avere quel potere su di te.

Si tratta di amor proprio di 5d, cioè un amor proprio che non divide, non è separazionista e non ha bisogno di tracciare confini ma è basato sulla autoguarigione.

Significa più lucidità nel valutare se una situazione è effettivamente ferita o paura della ferita.

Quindi per tuo non dolore, compassione, lucidità, lascerai spazio, uno spazio vuoto in cui guarire te stesso. In cui ti sottrai dal bisogno di entrare nel conflitto altrui per spiegargli che "non si fa". Prima di tutto lo accetti e accogli per come è.

Poi la tua guarigione immetterà un nuovo codice nella relazione in essere che basterà.

Semplicemente sottraendoti, darai spazio di sanare e sanarsi a chi deve. Non potendosi coartare il libero arbitrio altrui, chi non vorrà sanare, potrà uscire da solo dalla tua porta aperta e tu non subirai più queste cose come la ferita paralizzante nè come violenza psichica. Sarà solo qualcuno che non sarà stato capace di restare (o rispettarti più in genere) e ne avrai compassione, perchè chi ferisce soffre molto.

E' molto probabile, però che la tua guarigione innesti il nuovo codice nella coscienza collettiva e quindi, come detto, faccia da insegnamento senza bisogno dell'amor proprio separazionista 3d.

L'amor proprio 5d porta guarigione e amore per tutti, quindi non avere paura di guarire. Ciò che avverrà con la guarigione è il contrario di ciò che temi.


Spesso, chi viola i 5 codici dell'Amore che causano le 5 ferite dell'anima, vuole solo dimostrare qualcosa a sè stesso derivato da altre sue ferite. Quindi se sei sanato, rendi vano il tentativo di proiettarti addosso quelle sofferenze e rendi evidente evidente che non dimostra nulla. Sufficiente il gesto di sottrarti dal bisogno di incarnare il conflitto altrui spiegando cosa "è giusto" (quindi guarendo in realtà il TUO bisogno di conflitto e di creazione di guerre).

Alcuna soddisfazione verrà a tradire, abbandonare, umiliare, rifiutare o fare ingiustizia a un individuo guarito, che se va bene ti passerà il nuovo codice, se va male, ti guarderà in pace uscire dalla sua porta e avrà compassione e ti benedirà".


Invece i tarocchi, ci danno cinque semplici consigli pratici:

1)Avere fiducia di fare il primo passo verso la guarigione, senza la paura di perdere ciò che è.


2) l'esitazione arriva dall'incertezza e paura di sentirsi poi svalutati nel rivedersi feriti ancora e si crea un serpente che si morde la coda.


3) quindi occorre prendersi la lentezza di ponderare con calma, attraverso un'azione spirituale (es. appunto una guarigione energetica o simili) e lasciare che la guarigione avvenga come una gestazione naturale, senza frenarla.


4)Dato che c'è la paura e il non sentirsi pronti..creare il vuoto: fare un taglio netto con la paura, facendo crollare le convinzioni che la tengono in piedi).


5) Occorre che le proprie energie siano ben concentrate i questa guarigione per favorire o affrontare gli avvenimenti imminenti.



Queste cose non si imparano dall'oggi al domani richiedono pratica e tanta volontà. Ed è umano fare ancora errori spostandosi verso questa direzione cerando di fare il proprio meglio (quindi forse non sono errori sono solo step di crescita e cose che si apprendono, livelli che si superano...l'importante è muoversi verso l'alto).

E sono utili anche pratiche di autoguarigione, che vanno dalla presenza e distacco dal corpo di dolore, a pratiche energetiche varie (guarigione akashica, thetha Healing ad esempio..su quest'ultima tecnica farò una recensione perchè l'ho provata nelle ultime due settimane regalandomi un trattamento in tre volte ed è stato fenomenale..), metodi di pulizia delle memorie e perdono, relazioni armoniose (ho'oponopono, costellazioni familiari), meditazione, visualizzazione con fantasia curativa (es. dono al bambino interiore o altri esempi che ho fatto nelle meditazioni guidate presenti nella pagina risorse), tct (di Malanga), viaggi sciamanici e tutto ciò che il nostro inconscio può trovare utile e magico per integrare e guarire..

A questo proposito, ho trovato davvero utile il metodo della charoite che ho attivato e di cui vi ho parlato nella scorsa mail..(nel prossimo articolo vi farò leggere la recensione di una ragazza che ha fatto sia l'attivazione charoite che di energia vitale con me che la lettura dei registri akashici con guarigione akashica)..

per riassumere, ci si connette all'energia della pietra, attivandola dentro noi tramite la ricezione dell'attivazione energetica da un master (cioè una persona a sua volta attivata), perchè in questo modo si può beneficiare delle proprietà della pietra senza andare a fare danni al cuore della terra e alle persone che poi finiscono sfruttate nelle miniere. Molti cristalloterapeuti, in modalità diversa da questa, lavorano col cliente presente, connettendosi in astrale al cristallo (me l'ha spiegato la cristalloterapeuta Valentina Lanfranchi in arte Prem tara).

Qui invece si impara una tecnica di meditazione e di pulizia energetica autonoma basata sull'energia della pietra charoite.

Per riassumere le sue funzionalità: (tratto dal manuale dell'autrice di tale metodo, Elisa Silvia Coda che è colei che me l'ha passato)

Purificazione e pulizia del corpo;

Aumento della visione intuitiva;

Calma nei momenti di stress;

Apertura del sesto Chakra (sesto occhio);

Scioglimento dei ristagni energetici con conseguente trasmutazione della

negativita’ in Luce e ancoraggio della Luce nel tessuto cellulare;

Pulizia dell’Aura grazie all’emissione nell’intelligenza dei chakra della

purezza;

Allineamento della parte alta dei meridiani del corpo.


PROPRIETA' DELLA PIETRA CHAROITE:

Il suo nome deriva dal fiume Charo , che scorre lungo i monti Marun in Yacutia, Siberia.

I Mongoli utilizzavano la pietra Charoite messa in infusione nel te’ poi consumato da tutti i membri della famiglia al fine di rafforzare i legami famigliari e proteggere tutti i

suoi membri dal male.

Tale pietra e’ spesso definita di trasformazione, oltre che una pietra di potere. Nel regno

psichico viene usata per il rilascio di entita’ e operazioni di soccorso, così come la

chiaroveggenza e le profezie.

Puo’ essere usata per purificare e pulire il proprio corpo , avendo proprieta’ di rilasciare

disarmonie e dissipare negativita’.

La Charoite puo’ contribuire alla lungimiranza e la capacita’ di migliorare la visione

intuitiva. Essendo una pietra strettamente legata al cuore, e’ usata per trattare l’insonnia

nei bambini e negli adulti. usata sotto il cuscino, se inclini a disturbi nel sonno, elimina

gli incubi che insorgono nei sogni.

La Charoite a livello fisico risulta un buon calmante del sistema nervoso dando sollievo

ai dolori e agli spasmi.

Con questa pietra si possono fare elisir molto forti . E’ una pietra associata al terzo occhio.

(Fonte: S.Daniel, Cristalloterapia).

Ma e’ ottima anche per riequilibrare tutti gli

altri centri energetici. Sul plesso solare puo’ essere massaggiata dolcemente per il buon

funzionamento degli organi corrispondenti, con un olio essenziale di menta , rosmarino o

limone.

La Charoite aiuta anche a prendere coscienza degli eventi della vita e ad accettarli, aiuta

nelle decisioni e nelle scelte, soprattutto quando ci richiedono di fare un passo avanti e

lasciare qualcosa alle nostre spalle. Ci aiuta a vincere gli attaccamenti che non servono

piu’ , a superare le nostre resistenze interiori, ad accettare la discontinuita’.

Importante : tale pietra non va usata in acqua bollita o calda ( come nessuna pietra).

( Fonte: N. Salvotti, Luce di Cristallo)

Inoltre, la Charoite aiuta lo scioglimento dei ristagni energetici con conseguente

trasmutazione della negativita’ in Luce e ancoraggio della Luce nel tessuto cellulare e

pulizia l’Aura grazie all’emissione nell’intelligenza dei chakra della purezza;

Allineamento della parte alta dei meridiani del corpo.


Ci leggiamo alla prossima, con la recensione di una cara ragazza su questi due temi, akasha e attivazione energetica della charoite, appunto :-) e con la mia recensione sui trattamenti di theta healing che mi sono regalata per ripulirmi e coccolarmi un po'..





123 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti