Leggenda del filo rosso, fiamme gemelle, anime uniche, riflessioni..

Aggiornato il: 22 nov 2019

Mi viene da scrivere questo articolo (imperfetto) extra rispetto la programmazione settimanale..mi sono incuriosita ultimamente di una leggenda, quella delle fiamme gemelle, dette anche anime uniche (o in Giappone detta il filo rosso dell'amore, cioè un filo rosso invisibile che lega al cuore due anime finchè non si ritrovano)..

in breve, racconta che da una scintilla divina si generi un unico essere (fiamma, appunto) che per incarnarsi sulla terra prende due polarità maschio e femmina e che ognuno abbia una parte gemella di sè, la scintilla divina corrispettiva..è un po' la versione moderna del discorso anime gemelle, ma in realtà la storia affonda le sue radici molto più indietro nel tempo, addirittura Platone, nel Simposio, parla di un umano androgino separato per invidia dagli dei, che da allora cerca la sua "metà".

Da quel che dice questa leggenda, quando due fiamme si ritrovano, iniziano un processo verso l'Amore puro, cioè piano piano trascendono le loro ferite e il proprio ego negativo, al fine di riarmonizzarsi e riunirsi oltre che nel piano materiale anche animico, traendo da questo amore anche del bene comune per chi li circonda riequilibrando le cose che erano poste su presupposti diversi dall'amore. Per la leggenda, la coppia di anima unica, ha proprio lo scopo di andare oltre i paradigmi, le convenzioni, le convinzioni e i blocchi, anche di riscoprire attitudini e sciogliere ripulire karma semplicemente amandosi e scegliendosi.

Proprio per questo, sempre secondo la leggenda, queste anime si farebbero carico, a un certo punto delle proprie incarnazioni, in cui ogni volta si ritrovano (mentre dopo questo passaggio sembra sia tutto più facile nelle vite future perchè hanno generato darhma) di difficoltà abbastanza grandi nel realizzare questo amore, perchè si tratta di uscire dalla dualità e dall'egoismo o dalla zona di comodo, dell'abitudine, dei propri dogmi e iniziare a pensare all'Uno, al Noi.


Tanti che si occupano di questa bella storia, però secondo me parlano in modo molto negativo e la storpiano perdendone il senso di ispirazione positiva. Infatti dicono che i due, dopo il primo incontro di "bolla d'amore", resteranno separati, finchè non saranno così perfezionati da poter stare insieme.. purtroppo questa parte della leggenda è stata storpiata da sedicenti e numerosi come funghi velenosi, "operatori di luce", che prendono come spunto qualche caso in cui le difficoltà hanno avuto la meglio (soprattutto si rifanno a casi di storie famose di tempi in cui le regole sociali erano più rigide e il coraggio di due innamorati poteva purtroppo ottenere molto meno, mentre oggi siamo davvero liberi di scegliere almeno con chi stare..questa si chiama evoluzione, avviene in tutti i campi), per poi fare della separazione la "regola"..e ovviamente non ti diranno mai qualcosa di liberatorio veramente, perchè si guadagna di più a proporre percorsi su percorsi per le fiamme gemelle divise e per "aiutarle a riunirsi".. e le vittime che cadono nella bocca del lupo sono spesso ragazzine e donne in stato di dolore, perchè appena lasciate dalla persona sbagliata per loro, o tradite, o tiramollate dall'affabulatore di turno...


e questo è totalmente diverso dall'idea di fare un percorso di miglioramento personale e superamento dell'ego perchè ho trovato un grande amore, che nonostante il suo ego stesso, e le sue paure, voglie di scappare ecc..me lo dimostra tutti i giorni e cammina con me.. in questo caso va anche bene ispirarsi e a me piace ispirarmi a queste cose romantiche (che è poi una auto-ispirazione dato che parte di me la pensava già così anche senza essere a conoscenza della leggenda), se mi portano a stare meglio e se migliorano me stessa, liberandomi dallo stato di sofferenza, dai miei traumi infantili, dalla mia irrequietezza e mi portano alla fiducia, alla serenità, al lasciare fare all'Amore che ne sa più di me..insomma se mi portano verso l'amore che evolve in direzione di sè stesso (per restare con la saggezza Huna)..e se mi portano a sperimentare e imparare cose che mi ricentrano nel cuore, alla pulizia delle memorie del dolore, che alzino le mie vibrazioni in amore.. come akasha, ho'oponopono..finanche la tarologia come metodo leggero di indagine sull'ombra..la meditazione per avere consapevolezza, distacco dalle egregore, identificazione con la mia parte animica..quello che volete..anche il corso di karate o yoga magari se vi fa stare bene e porta questo.. ma notate che sono cose NON specifiche per "riportarti dalla tua fiamma gemella", che le paghi una volta e le pratichi una vita e che portano verso l'amore che evolve verso se stesso e tu ti elevi.


No, lo racconto perchè c'è un numero preoccupante di ragazze in giro che si ossessiona su una persona dicendo che è la sua fiamma, questo magari non gli parla o hanno un rapporto malato, abusante o addirittura lui ama un'altra e loro "no..è la mia fiamma gemella che non ha trasceso ancora l'ego!!!" Ma benedire e lasciare andare quando non è..? che importa scintilla, fiamma filo rosso ecc o no..io penso la cosa sia più semplice, andate verso l'Amore..e se c'è l'amore questo si fa vedere..non vi lascia senza riscontro..amore è un cammino insieme non è fase di separazione per perfezionarvi, non sta nè in cielo nè in terra..non travisatevi in follia, che se fosse vera questa leggenda quell'uomo vi amerebbe sopra ogni cosa e supererebbe con voi tutto e tutti..e se lo fosse ma non avete avuto il coraggio di andare oltre le vostre paure abbastanza da tendergli la mano o ci fosse stato qualche qui pro quo che non avete gestito...nessun biasimo, prendetevi le vostre responsabilità su come vanno le cose nella vostra vita e fate pulizia interiore, magari si recupera.. ma magari anche no (chissà per qualcuno nel suo cervellino io potrei essere la fiamma dormiente che sta con un falso karmico.. e semplicemente nella realtà non ricambio il sentimento.. XD) e se è no, non era sta benedetta scintilla dai! E ne "trovi un altro più bello che problemi non ha" (cit.) :-) ma non era questa l'essenza mi sa..

ho anche letto testimonianze di ragazze che vengono abusate da questi sedicenti affabulatori, che si presentano loro come fiamma gemella e poi con la "scusa" della separazione come fase mistica le trascinano nella manipolazione del rinforzo intermittente (arrivo e sparisco, siamo connessi nell'astrale ecc ecc ecc..portandole alla dipendenza affettiva e alla follia, a trascurarsi, deprimersi ammalarsi..), oppure le abusano proprio, mentalmente e fisicamente, condizionandole con questa storia..alcuni di essi dalle testimonianze raccolte, sono operatori per fiamme :-O

La peggiore è stata quella in cui una donna ha denunciato sul web di una sedicenne, tratta in una setta satanica da un ragazzo più grande, sociopatico perverso che faceva cose orribili, a lei ad animali e bambini durante questi riti..e le diceva che doveva avere fede perchè lui era la sua sacra fiamma..


tutte le ispirazioni spirituali più belle quando tendono a diventare distorsione ed estremismo diventano pericolose..perchè accade questo? credo sia per una tendenza umana a volgersi alle proprie bassezze e non voler davvero elevarsi, quindi ogni cosa anche la più affascinante e commovente si trasforma in una scusa per creare schifo.


Io non so se questa leggenda sia vera, ma secondo me è un bel modo di spiegare gli amori grandi ma difficili..magari è anche vera e ci piace crederla..

ma penso che il suo senso sia quello che ho trovato in Castaneda ne "A scuola dallo stregone".. cioè di scegliere la strada che ha un cuore.. e come la dico io..di avere il coraggio di portare le chiappe dove è il tuo cuore, facendo scelte, stando accanto alla persona, andando oltre le apparenze e i pregiudizi, oltre le proprie insicurezze e ferite d'anima.. allora sì..forse possiamo parlare di unione mistica, di amore divino..di scintilla..credo si tratti di una bella ispirazione per poter aiutare e portare a migliorarsi le persone, perchè trasmette l'energia dell'Amore, quello che ti eleva.. (un po' come Beatrice per Dante, che attraversa esotericamente le ombre di sè stesso fino alle altezze dell'anima e dell'Amor che muove il cielo e l'altre stelle).


Ho visto fare questa cosa alle piante con molta meno pubblicità e più evidenza e maestria..di tanto in tanto qualche quercia nasce doppia, gemella appunto.. E sta lì e ci mostra la semplicità di questo coraggio.


Mi inchino all'anima delle Querce.



Perchè il mondo è come noi lo vogliamo, senza raccontarci scuse..se vuoi amare, ama. Sii felice, scegli sinceramente, sempre con rispetto dei coinvolti, ma con coraggio..e soprattutto con LIBERTA'!


Io non credo al mondo oscuro che ci raccontano, anche se è tremendamente reale..ma di questo e della creazione da dentro a fuori, parlerò nel prossimo articolo attraverso la recensione di un libro che mi sta piacendo tantissimo...


NB . Ovviamente non faccio di tutta l'erba un fascio, ci sono dei lavori letterari interessantissimi recenti che parlano di questa leggenda, traendone spunto per il miglioramento della persona, e per stimolare il superamento dell'ego negativo (traumi, convinzioni, convenzioni, paure blocchi emotivi, giudizio..) Due che mi sento di encomiare in particolare e che meritano sono i testi della sacerdotessa Feng Shui Gabriela Balaj (amica e maestra per me dell'autoosservazione e distacco dalle egregore e dal giudizio e della meditazione cui mi ha aperto la conoscenza e la pratica), che è anche la prima in assoluto ad aver trattato questa antica leggenda in Italia nei suoi testi come spunto di riflessione per l'emersione dell'Amore che siamo.

Il secondo lavoro è quello più recente di Elisa Coda, che allo stesso scopo ha trattato l'argomento fondendolo in un e-book molto interessante che correlaziona lo sciamanesimo Huna e l'idea di fiamma gemella come percorso per giungere allo stato di pace e Aloha, quindi appunto di superamento dell'ego..forse due stelle in un mondo di approfittatori che, pur lavorando come informatrici sul tema perchè ci credono ritenendola una loro fede spirituale e non una leggenda, non fanno ingrassare il mercato della sofferenza, ma anzi lo contrastano, portando le ragazze fuori dalle ossessioni e da questa egregora che da un bello spunto di ispirazione amorevole sta diventando purtroppo un'egregora dalla forma di fauci di lupo.



371 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti