Lasciar cadere i rancori, una meditazione per te

Una delle cose più importanti nel percorso di crescita personale è imparare che i rancori possano cadere e con essi tanta parte delle memorie disarmoniche, siano esse personali o karmiche.

Per entrare in questo processo, è utile comprendere che infondo, qualsiasi cosa sia accaduta, non siamo ciò che ci viene fatto. Quando arriva il momento in cui ci accorgiamo che abbiamo evitato di riproporre le cose disarmoniche subite e quindi esse non sono diventate parte integrante di noi, arriva il perdono.

Questo a livello di consapevolezza.

A volte è utile anche lasciare cadere le energie del rancore attraverso alcune pratiche di pulizia energetica che io conosco e posso insegnare, condividere o utilizzare come trattamenti, che esemplifico qui:

-ho'oponopono

-guarigione akashica

-reiki

-meditazione con il fiore della vita e l'energia di Metatron

-rosa senza spine di Maria (mio metodo: attivazione e meditazione omaggio per rilasciare un po' il corpo di dolore spirituale).


E può essere utile anche riarmonizzare il chackra del cuore attraverso queste pratiche (che pui sia apprendere che chiedermi in sessione:

-reiki

-hearthealing angelico

-guarigione akashica

-la'akea

-energia delle dolci ali di Iside (mio metodo)

-stare nel cuore, meditazione zuuf'tau (mio metodo).



In questi giorni sto praticando una meditazione con attivazione energetica che mi è sorta da ispirazione verso la dea Kalì vista come archetipo che ci aiuta ad accelerare la caduta di ciò che in noi stessi (e non nell'altro) non ci è funzionale, per aiutare a fare cadere i rancori (intesi come qualsiasi memoria disarmonica insita in noi) e radicarci nel fare azioni concrete costruttive quotidiane. Se vuoi ricevere l'attivazione energetica e la meditazione oppure chiedermi di altre tecniche presentate, puoi scrivermi via mail ;-)

info.angolobianco@gmail.com





7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti